4515 Views |  Like

Novità Rilastil 2013: Hydrotenseur fluido idratante

RILASTIL HYDROTENSEUR

Quando ci si avvicina ad aziende che hanno fatto la storia nel loro settore, prima di parlarne è utile conoscerne la storia, la tradizione, per provare a raccontarne attraverso la propria esperienza anche i prodotti. E’ quello che è successo a me quando per la prima volta sono entrare nella sede di Rilastil storica azienda farmaceutica milanese nata nel 1932, dove ho subito capito che innovazione e tradizione sono due facce della stessa medaglia che vanno saldamente a braccetto. E’ il 1932 infatti quando il Prof. Ganassini fonda la sua azienda farmaceutica, entrata nelle case di tutti gli italiani con la Vitamin Dermina; nel 1972 l’intuizione lo porta a creare Rilastil, la linea di prodotti specificamente dedicati alla cura del corpo. E dopo ottant’anni i laboratori sono ancora a Milano, dove nascono e vengono studiati questi prodotti ad alto valore aggiunto.

Per entrare meglio nel mondo Rilastil – quello che, dopo un mio piccolo sondaggio, rimanda ai trattamenti corpo come la cura delle smagliature ed imperfezioni del corpo – e per entrare in diretto contatto con la sua realtà, ho provato di uno dei loro nuovissimi prodotti dedicati al trattamento del viso, il fluido Hydrotenseur. Ok, non ho 40 anni, ma un concentrato di principi attivi come questo non può fare che bene alla mia pelle! Per tre settimane, in concomitanza con il tanto atteso inizio d’estate, ho provato il fluido idratante che ho sostituito alla crema giorno che utilizzavo prima. Partiamo subito da come ho utilizzato il prodotto: io ne ho applicato una dose la mattina e una la sera (sufficienti a idratare sia il viso che per il collo); per quanto riguarda la quantità di prodotto da applicare – una delle cose su cui sono sempre incerta: ne metterò troppa? Troppo poca? – la regola è sempre quella del buon senso: ogni pelle “reclama” una certa quantità di idratante – c’è chi ne usa un po’ di più e chi un po’ meno – ma come indicazione vi consiglio di usare un push da distribuire su viso e collo.

La consistenza fluida è gradevole e si presta alla stagionalità; una cosa che ho scoperto è che con il caldo moltissime donne smettono di usare la crema idratante perchè si sentono la pelle pesante (mai, mai commettere questo errore!) creando, invece che un beneficio, un danno per la propria pelle. Questo fluido idratante dal profumo cipriato – delicatissimo!- è stato pensato per sostituirsi al normale antirughe ed è ricco di vitamina B6 che funge da seboregolatore, ideale per chi ha la pelle mista perchè grazie alle microparticelle polimeriche garantisce un effetto mat (io ad esempio tendo ad avere la pelle più secca nella zona degli zigomi e più grassa nella zona a T). Ovviamente il massaggio delle creme sul viso va fatto sempre con massaggi circolari che partono dal basso e vanno verso l’alto, per contrastare la forza di gravità: se già la pelle tende a scendere verso il basso, noi dobbiamo cercare di tirarla verso l’alto (provatelo: sentirete fin da subito la pelle come riattivata).

Infine per me che sono un’esteta da non sottovalutare il rigoroso minimalismo del flacone bianco con scritte blu, comodissimo per chi come me è sempre in viaggio e ha bisogno di packaging non troppo ingombranti e pratici. E realizzati non in plastica, ma in PE-Evoh, una specie di plastica che ha le stesse proprietà dell’alluminio, come la non permeabilità all’ossigeno.

rilastil hydrotenseur

 

0
sandali fashion bloggers