2568 Views |  Like

La postina

In italiano è la postina, traduzione letterale dall’inglese “messenger bag“; è una delle borse che spopolano in questo periodo, seconda solamente alla doctor bag, borsa a mano solitamente in materiale rigido. Alla ricerca di una borsa comoda, con la tracolla, e non troppo ingombrante, mi sono messa alla ricerca di informazioni sulla postina.

Tradizionalmente per “postina” si intende una borsa a tracolla di dimensioni anche piuttosto importanti, che non intralci nei movimenti e sia capiente; cercando la mia postina perfetta mi sono imbattuta in molte varianti, di dimensioni ben più ridotte e di aspetto decisamente più chic e meno workwear. La postina infatti (già dal nome) non tradisce la sua intenzione d’uso: nasce come la borsa utilizzata in passato da messaggeri, postini e corrieri in bici (o a piedi); ancora oggi in UK ci sono alcuni vettori che utlizzano corrieri che si servono di grandi borse a tracolla per consegnare la posta. La moderna postina, come la conosciamo oggi, nasce nel 1950 da un’idea della De Martini Globe Canvas Company per agevolare il lavoro degli addetti alle linee elettriche, che avevano bisogno di una borsa comoda e spaziosa per arrampicarsi sui pali della luce per fare manutenzione; nel 1984 la stessa azienda riprende quel vecchio modello, finendolo in cordura, un tessuto tecnico molto resistente.

Negli ultimi anni questo modello è stato utilizzato in molteplici varianti, fino a comparire sulle passerelle in dimensioni “mini” in materiali vari e pregiati. Nella gallery trovate alcune proposte rivisitate di postine, tra cui quelle di Trussardi, Coccinelle, The bridge, Marc Jacobs, Moschino, Diane Von Furstemberg, Miu Miu.

[imagebrowser id=18]

Foto grande: borsa di Sara Battaglia (foto Impulse Mag)

In Italian it is called “postina”, following the literal translation from English “messenger bag“, and it’s one of the most popular bag in this period, second only to the doctor bag. Looking for a comfortable bag with shoulder strap, and not too bulky, I started looking for information.

Traditionally “postina” is a shoulder bag with also quite important size, that does not hinder movement and it’s big; looking for my perfect messenger I came across many variations, smaller and more chic and less workwear than the traditional one. The messenger bag does not betray its intention to use: it was created as the bag used by messengers, postmen and bike (or walk) couriers in UK; there are still some carriers using organic carriers using large messenger bags to deliver mail. The modern messenger, as we know it today, was born in 1950 from an idea of De Martini Globe Canvas Company to facilitate the work of linemen, which were in need of a comfortable and spacious bag for climbing light poles; in 1984 the same company created a new model, cordura finished.

In recent years this model has been used in various ways, appearing on the runway in “mini” size in various and fine materials. In the gallery you will find some revisited postina, including those of Trussardi, Coccinelle, The Bridge, Marc Jacobs, Moschino, Diane Von Furstemberg, Miu Miu.

Big slide picture: Sara Battaglia bag (photo Impulse Mag)

 

0
sandali fashion bloggers