321 Views |  Like

Hillary Clinton, i look e il significato delle scelte di stile della candidata alla Presidenza USA

L’8 Novembre -ancora pochissimi giorni- i cittadini e le cittadine degli Stati Uniti sono chiamati a scegliere il nuovo Presidente fra Hillary Clinton e Donald Trump: personalmente, come per ogni evento politico importante, non vedo l’ora di godermi la maratona di Mentana su LA7 😉

Al di là degli aspetti politici e dell’importanza che potrebbe rivestire anche a livello di empowerment femminile (tema come sapete a me molto caro) l’elezione di una donna a Presidente degli Stati Uniti, trovo molto interessante andare ad analizzare il look di Hillary Clinton durante questa campagna elettorale; condivido quindi con voi una inforgrafica che analizza 39 outfit che Hillary Clinton ha indossato nella seconda parte della campagna elettorale contro Trump (e quindi dopo aver vinto le primarie del suo partito) a partire da luglio 2016 fino ad oggi.HILLARY CLINTON LOOK 2016

Da un’analisi di Stylight emerge che Hillary Clinton ha sempre indossato i pantaloni (tranne che in una occasione): una scelta simbolica molto forte se pensate che addirittura è solo dal 1993 che le donne senatrici degli Stati Uniti possono indossare tailleur pantalone.

Come è facile immaginare Hillary non ha sicuramente scelto da sola i suoi look, dal momento che anche questi assumono in politica un ruolo importantissimo (pensate a quanto sono rimasti nell’immaginario collettivo e politico il giubbino in pelle di Renzi ad Amici o la bandana bianca di Berlusconi): a supportarla nella scelta di colori, tagli, outfit, c’è stata sia la designer Nina McLemore e in molti sostengono che dietro le scelte della Clinton da un punto di vista stilistico ci sia niente meno che Anna Wintour, che l’ha inserita anche come cover story all’interno di Vogue Us a Marzo 2016,  fotografata da Mario Testino.  Pensate che a Settembre, Vogue US fa un endorsement ufficiale alla Clinton, la prima volta che il magazine si schiera apertamente dalla parte di un politico, tra l’altro nel numero più importante della rivista (il numero di settembre per i magazine di moda è quello che ha la tiratura e diffusione più alta perché coincide con il lancio delle nuove collezioni).

blu

Il colore prediletto da  Hillary Clinton nello scontro con Trump è il blu, che ha ha scelto  per il 20% dei suoi outfit. Il blu (oltre ad essere il colore del suo partito, quello Democratico) comunica desiderio di impegnarsi e capacità di gestire le sue emozioni. Il secondo colore più indossato è il rosso, nonostante sia il colore dei Repubblicani: un colore che si nota subito, e infatti personalmente nel primo dibattito contro Trump l’occhio cadeva sempre sul suo tailleur rosso fiammante (firmato Ralph Lauren) che trasmetteva passione, forza, motivazione.

Final Presidential Debate Between Hillary Clinton And Donald Trump Held In Las Vegas

La Clinton ha sempre indossato pantaloni (non a caso perfino su Twitter si definisce una  pantsuit aficionado ) durante la campagna presidenziale, tranne che per una cena di beneficenza a ottobre, dove ha indossato un abito da sera (sempre Ralph Lauren!) fucsia lungo fino ai piedi.

Naturalmente come per ogni cosa che riguardi un candidato alla presidenza degli Stati Uniti, tutto è analizzato in ogni minimo dettaglio e messo sotto il microscopio: in molti hanno criticato aspramente la scelta di Hillary di indossare un costoso cappotto di Armani, tanto da indurla poi ad indossare (in una sorta di compensazione) alcuni look più di una volta, come farebbe una qualsiasi donna comune. Nella gallery trovate una panoramica dei suoi look (compreso il cappotto “contestato”).

0
sandali fashion bloggers