143 Views |  Like

Louis Vuitton x Jeff Koons: moda e arte si incontrano nella collezione Masters

Debuttata ufficialmente il 28 aprile 2017, la collezione Masters di Louis Vuitton x Jeff Koons  è già ufficialmente entrata nell’Olimpo delle collezioni evergreen (assieme alla nuovissima Gabrielle di Chanel), grazie soprattutto alla capacità di unire arte e moda insieme in un perfetto connubio di novità e garanzia.

Eh sì, perché se c’è una cosa che la collezione Masters di Louis Vuitton x Jeff Koons riesce a fare, è scaturire sentimenti di familiarità (dopotutto la garanzia è quella di un prodotto Louis Vuitton), unendoli a quelli dell’irriverenza visionaria di Jeff Koons, dando vita a una collezione di borse che è già sulla bocca di tutti (su Instagram e molti altri social è in corso una discussione accesa proprio su questa collaborazione, nata sotto il segno dell’odi et amo così tipico del mondo della moda).

Louis Vuitton Neverfull MM 2400 euro

Jeff Koons: l’arte fra passato e presente

Nato Jeffrey Koons, Jeff Koons è uno degli artisti contemporanei americani che più di tutti hanno segnato inesorabilmente l’arte contemporanea odierna, poiché eleva il suo “gusto kitsch” a una forma artistica di critica sociale che spesso ironizza senza mezzi termini sugli effetti della società consumistica occidentale.

Considerato ormai icona dello stile neo-pop, Jeff Koons ha quindi debuttato nel mondo della moda di lusso grazie a Louis Vuitton, dando ancora una volta a noi uno spunto di riflessione e discussione sulle interconnessioni non solo fra arte e moda, ma anche fra moda e consumismo.

Louis Vuitton Keepall 50 3000 euro

Jeff Koons, Louis Vuitton e i maestri d’arte 

Frutto della collaborazione fra le menti geniali a capo del reparto accessori di Louis Vuitton e di questo artista così poliedrico ed eclettico, la collezione Masters di Louis Vuitton x Jeff Koons reinterpreta le opere di alcuni dei più grandi maestri del passato in chiave ironica e mai scontata, ispirandosi a sua volta da una delle serie di maggior successo proprio di Jeff Koons, le Gazing Ball Paintings

“Copie originali” di alcuni dei più importanti dipinti dei grandi maestri dell’arte, le Gazing Ball sono quindi state trasferite su alcune delle borse più iconiche di Louis Vuitton, come la Speedy 30, la Neverfull MM e la Keepall 50.

Le opere designate sono alcune di quelle più conosciute e rinomate di Rubens, Fragonard, Leonardo da Vinci, Van Gogh e Tiziano,  le cui colorazioni, forme e reminiscenze da sindrome di Stendhal sono state intramezzate da una delle novità più “sconvolgenti” della casa di moda francese: un nuovo Monogram.

Per la prima volta da quando è stata fondata, Louis Vuitton ha permesso a un artista di ridisegnare il celebre logo monogram, che ovviamente Jeff Koons ha rivisitato in chiave “egocentrica” trasformando “LV” in “JK”.

Louis Vuitton x Jeff Koons Masterts collections: le borse

Quali sono dunque i frutti della collezione? Innanzitutto, partiamo con i modelli che, oltre a includere quelli citati prima, comprendono la Chain Bag, la Montagne MM, lo zainetto modello Palm Spring, due portafogli Zippy con e senza catena, e una Clutch. La collezione Masters comprende anche dei foulard e un portachiavi, che risulteranno assolutamente perfetti per dei regali speciali.

Zaino Palm Springs 2400 euro

Per quanto riguarda i quadri, invece, i modelli sono stati rivestiti dei seguenti capolavori:  “Marte, Venere e Amore” di Tiziano, “Caccia alla Tigre” di Rubens, “Ragazza con cane” di Fragonard, “Campo di grano con cipressi” di Van Gogh, e infine la celeberrima “Mona Lisa” di Leonardo da Vinci.  

I risultati, a prescindere dalle proprie posizioni sul kitsch, la critica sociale artistica e lo straniamento dato dal vedere un “LV” sul volto della Mona Lisa, sono decisamente sorprendenti!

0