177 Views |  Like

9 cose da non fare per avere successo (soprattutto se sei una donna!)

Successo e scelte compiute sono due corsie della stessa autostrada, il cui percorso è delimitato a sua volta da una lista di ostacoli da superare a seconda della destinazione desiderata.

Eh sì, perché per arrivare al successo, ogni essere umano deve  tenere a mente delle cose (noi ne abbiamo individuate 9) da fare o meno durante il percorso, soprattutto se l’essere umano in questione è donna e circondato da un ambiente lavorativo o accademico prettamente maschile.

Sebbene le definizioni di “successo” varino da donna a donna, con tutte le accezioni che ne derivano facenti parte della stessa classe di importanza, la linea comune delle cose da fare per raggiungerlo può essere riassunta nei seguenti 9 punti.

1) Il successo e la paura delle paure

Sembrerà solo un gioco di parole, ma aver paura delle proprie paure spesso frena moltissime donne dalla propria scalata al successo. Come se non bastasse, poi, cercare di evitare/girare attorno alle proprie paure spesso porta a perdite di tempo ed energie incredibili, altrimenti impiegabili in altro. Avere timori, preoccupazioni e paure è normale, soffermatevi ad analizzarle e sconfiggetele!

2) Cose da non fare mai proprio mai: ascoltare solo il proprio spirito autocritico

Avere un po’ di senso autocritico non è mai sbagliato e spesso aiuta a migliorarsi ma, spesso, questo prende il totale sopravvento offuscando la realtà dei fatti.

Focalizzatevi sui feedback positivi e sulla critica costruttiva, senza lasciare che la vostra mente troppo autocritica annebbi la ragione e la realtà (positiva) dei fatti.

3) Le donne di successo non scappano dai conflitti

Se la troppa autocritica non va mai bene, nemmeno il lasciar correre” i conflitti in nome del quieto vivere è una buona idea.

Affrontare un conflitto o una situazione critica con maturità vi aiuterà non solo a prendere posizione, ma anche a individuare eventuali comportamenti nocivi e lesionistici altrui.

4) Non guardare mai al proprio passato come sbagliato

Commettiamo tutti errori durante il percorso. Capita. Questo non determina però la nostra bravura né percorso (fallimentare) lavorativo, bensì il fatto che abbiamo imparato dagli errori commessi e siamo ora più competenti in una data materia o situazione.

Sarà un pochino trita e ritrita come massima, ma la regola del “non si sbaglia, si impara” vale la pena di ripeterla ogni mattina in stile mantra.

5) Mai aspettarsi lo scenario perfetto

Anche se vi piacerà, il vostro lavoro non sarà mai perfetto. Nemmeno quello futuro che desiderate tanto e siete sicure otterrete. Il lavoro, come tutto, è determinato da esseri umani che, come tali, non sono inclini alla perfezione.

Cercate quindi di trovare sempre il positivo nella situazione in cui vi trovare di modo che, quando lo scenario inizierà a dare i primi segni di imperfezione, gli eventi non vi travolgeranno come una valanga.

6) Dove gli altri esitano, voi splendete

Non tutti avranno il vostro stesso entusiasmo su un dato argomento, e non tutti vorranno poi di conseguenza prendersi carico di un dato compito da svolgere.

Se qualcosa vi sta a cuore cercate la voglia di farla in voi stesse, senza aspettare gli indugi altrui. Ne conseguirà che a risplendere, poi, sarete solo e soltanto voi.

7) Mai smettere di fare ricerche

La staticità blocca il progresso, così nella società così come nel lavoro. Qualsiasi sia il vostro campo, non smettete mai di formarvi, imparare e sperimentare nuove cose: ne gioverà non solo il lavoro ma anche la vostra autostima, anima e mente!

8) “Relax, take it easy”

Che siate impaurite, intimidite o troppo coinvolte da una data situazione, non dimenticate mai di mantenere la calma (qualora vi servisse un momento di sfogo prima, prendetelo!), di modo da poter affrontare qualsiasi situazione al meglio delle vostre capacità e forze. Siate sempre voi in controllo della vostra vita e non viceversa.

9) Cancellate “basta, non ci riesco” dal vostro vocabolario

Spesso, in vicinanza di una scadenza impellente o di un lavoro particolarmente complicato ed estenuante, è facile lasciarsi prendere dallo sconforto per pensare poi di mollare tutto.

È invece proprio in questi momenti che si dovrebbe prendere un respiro, analizzare le proprie paure e ripartire da zero a svolgere il proprio compito, cancellando i “basta” e i “non ci riesco” dalla propria mente. E ricordate, se sbaglierete, sarà poi tanto solo tutto di guadagnato per il futuro.

Nella foto indosso: Abito Mariù De Sica | Orecchini Tataborello

0