1553 Views |  Like

Blog, numeri, visibilità: quando si può dire di avere un buon seguito?

Come ogni settimana succede, faccio un giro in Rete, in modo spesso casuale o partendo dai social, per scoprire nuovi blog, di vari argomenti, non solo fashion, ma anche di cucina, viaggi, maternità e varie.

Se devo essere sincera trovo che fatta qualche eccezione guardo soprattutto all’estero perché sono una spanna sopra l’Italia, inutile negarlo, sia dal punto di vista del design, della proposta, dell’estetica dei contenuti. Per me il fattore estetico anche in un blog è fondamentale, un blog brutto non lo guardo, anche se è (magari) molto seguito. Se un blog non è scritto in italiano, se ci sono errori grossolani come “ne” al posto di “né”, o “qual’è” al posto di “qual è” il mio pensiero è solamente uno: “Ma datti all’ippica e non insozzare il web di bruttura”.

Ad ogni modo al di là dei mie gusti personali, qualche tempo fa sono finita su alcuni blog dove, parlando di sé un blogger vantava un seguito molto interessante e il forte crescita sul suo blog (aperto da almeno 8 anni), con ADDIRITTURA 10mila utenti al mese, un altro addirittura 30mila visite all’ANNO (il che significa mediamente 82 al giorno).

E qui mi rivolgo agli esperti del settore, a chi sta dall’altra parte: quando i numeri di un blog sono interessanti? 10mila utenti al mese per me sono “interessanti” se sei alle prime armi, non se ti vendi come un professionista. Sono numeri per me ridicoli.

Dall’altra parte ci sono aziende che ti chiedono un preventivo per una sponsorizzazione e a fronte della tua richiesta (bassa) ti rispondono “Il budget richiesto è troppo alto“; all’ultimo ho risposto testé “Non credo che la cifra sia troppo alta se vi rivolgete ad un blog che fa fino a XXK visualizzazioni AL GIORNO, forse dovete rivolgervi altrove“.

Io ho capito di non avere un seguito social enorme rispetto a tanti miei competitors che -magari- comprano fan a destra e a manca, ma di avere sul blog un seguito incredibile rispetto a loro, almeno dieci volte più alto. Eppure dai social sembra il contrario. E allora a che cosa dare valore?

Viceversa sono sempre stata una che ha sostenuto che “Contents are the king“, ma se i contenuti sono discreti (il blog comunque contiene un discreto numero di errori di scrittura, grammaticali etc), diciamo, rispetto alla media, e i numeri sono questi, io mi chiedo quale possa essere l’appeal per un inserzionista o per chi voglia investire in un blog.

E’ vero che il mondo del fashion (mondo da cui provengo) probabilmente fa storia a sé, i numeri attesi sono sempre molto superiori, le aspettative sempre enormi, ma quando si può dire che un blog di settore abbia un buon seguito?

I social hanno fagocitato tutto? I blog non li legge più nessuno? Qual è la linea di separazione tra “blog non interessante – blog interessante”? Esiste un limite oggettivo per cui dire che un blog ha un buon seguito e uno no?

7
sandali fashion bloggers