6772 Views |  Like

Snapchat conquista il mondo del fashion

Può darsi che mentre mi leggete molte tra voi non sappiano ancora cosa sia Snapchat, che non abbiano ancora scaricato questa app così effimera e così (pare) complicata da usare o che non sappiano chi seguire tra i più celebri power users.

Beh, forse non sarà così per molto a lungo: il fenomeno Snapchat sta letteralmente esplodendo in tutto il mondo.  E come ogni trend che si rispetti, il mondo del fashion è il primo ad averlo abbracciato. Sono infatti già diverse le case di moda che hanno iniziato a muovere i primi passi nel mondo di Snapchat ed il trend si è reso quanto mai evidente durante le ultime sfilate newyorkesi (gli USA sono il Paese dove Snapchat ha il più alto livello di penetrazione).

l perché dell’interesse del mondo della moda verso Snapchat sembra stare nell’identikit dell’utente tipo di questa app: i giovanissimi Millennials, ossia la nuova generazione di consumatori, ancora tutta da conquistare.

Durante questa settimana della moda i feeds di Snapchat si sono moltiplicati all’inverosimile per due ragioni principali: per espandere le strategie di marketing legato allo storytelling delle case di moda e per fornire ai fan l’incentivo e l’opportunità di sperimentare il marchio sotto aspetti diversi” racconta a Luxury Daily Morgan Jones, digital account executive a Say it Social, agenzia newyorkese di digital strategy. “Al momento lo storytelling è la strategia di marketing che va per la maggiore proprio perchè riesce a personificare i marchi e a permettere all’audience di connettersi con essi su un piano personale“, dice.

L’app riesce a mostrare una versione non filtrata di momenti intimi, a presa diretta, che consentono ai fan del marchio di intravedere per brevi istanti ciò che sta dietro le quinte o quello che si prova mentre si sta seduti tra il pubblico di una sfilata. Per aggiungere ulteriore originalità, gli scatti e i video vengono spesso impreziositi con qualche emoticons.

Secondo un rapporto di comScore, Snapchat è la terza più grande social app per livello di penetrazione tra i Millennials statunitensi (età compresa tra i 18 e i 34 anni). L’applicazione è utilizzata dal 32,9% dei Millennials, dopo Facebook ed Instagram, che ha un seguito del 43,1%.

Valentino Snapchat 1
Snap from Valentino

Michael Kors ha usato Snapchat per la prima volta durante la sua sfilata autunno/inverno 2015. Gli utenti di Snapchat hanno potuto accedere a del contenuto esclusivo caricato dal marchio e disponibile solo per 24 ore, caratteristica della nuova social app, tramite la funzione “Our Stories“.

“Our stories” permette agli utenti di caricare contenuti su di un particolare tema di interesse pubblico, in questo caso la “Fashion week di New York”: Michael Kors ha condiviso riprese esclusive dell’atmosfera del pre-sfilata, inquadrature del front row e foto della sfilata stessa riscuotendo un ottimo successo in termini di reach tramite puro contenuto.

Secondo Lisa Pomerantz, global communications e marketing di Michael Kors, questo contenuto esclusivo ha ottenuto oltre 14,6 milioni di views, mentre sono stati fatti oltre 8000 screenschot. Ovviamente, dice la Pomerantz a LuxuryDaily, visto il successo e il livello di engagement offerto da Snapchat, molto più alto rispetto a quello offerto da altre piattaforme social, il brand non vede l’ora di ripetere l’esperienza ed allargare la strategia.

Michael Kors Snapchat
Snaps from Michael Kors 

Al pari della moda, il mondo del digital si evolve in continuazione, e noi ci evolviamo con esso” conclude la Pomerantz.

Altro early adopter di Snapchat è Valentino: anche qui i contenuti sono girati attorno all’evento sfilata. Sono stati condivisi scatti e riprese di vari momenti dei preparativi come quello della scrittura a mano degli inviti.

Valentino Snapchat

Snap di Valentino

Sono convinta al cento per cento che Snapchat complementi l’immagine del lusso che alcuni marchi dell’industria del fashion vogliono rappresentare“, conclude Morgan Jones.

“Per anni i grandi marchi del lusso sono stati in un qualche modo compiacenti con le loro strategie di marketing grazie al potere del loro nome. Snapchat porta i marchi del lusso nell’era dello storytelling senza stravolgere il loro tone of voice. Pensateci – possono condividere o non condividere quello che desiderano e i fans e aspiranti fans consumeranno questi contenuti senza pensarci due volte grazie all’aria misteriosa ed esclusiva che da sempre attornia i grandi marchi del lusso”.

0