245 Views |  Like

Bugaboo Bee⁵: dopo 3 mesi di utilizzo vi svelo i suoi punti forti

Branded story realizzata in collaborazione con Bugaboo

Da quasi tre mesi è entrato a far parte della nostra famiglia anche l’ultimo nato di casa Bugaboo, il Bee⁵.

Dopo aver partecipato all’evento da Salina a Milano per la sua presentazione e per scoprirne dal vivo tutte le caratteristiche, ho avuto modo di usarlo nella mia vita quotidiana e quindi mi fa piacere condividere con voi alcune riflessioni.

Bugaboo Bee⁵ : versatilità e leggerezza per la quotidianità

Le caratteristiche che assocerei immediatamente al nuovo Bugaboo Bee⁵ sono sicuramente versatilità e leggerezza: il Bee⁵ infatti è un passeggino estremamente comodo da utilizzare, facile da richiudere, leggero rispetto alle sue alte performance ed è estremamente versatile.

Quando parlo di versatilità del Bee⁵ penso non solamente alla sua adattabilità a situazioni diverse – che siano i terreni cittadini, quelli campestri o quelli sconnessi come è per noi il parco giochi – , ma anche alla sua estrema possibilità di personalizzazione.

Come sapete e come vi ho già raccontato qui il Bugaboo Cameleon è stato il primo passeggino che abbiamo scelto per Lavinia Giulia e rimane unico nel suo genere, ma dal momento che lei è cresciuta e io in questi ultimi mesi sono rimasta molto tempo da sola con lei, ho potuto davvero apprezzarne le sue caratteristiche.

Il Bugaboo Bee⁵ infatti è un passeggino estremamente comodo, facile da aprire e chiudere e leggero: la sua compattezza lo rende facile da portare in giro anche se si ha una macchina con un baule minimo come la mia. Inoltre il fatto che si chiuda in un unico pezzo lo rende comodo quando avete i bambini e si è da soli a dover fare tutto.

Trovo che nella modalità passeggino (non ho avuto modo di provarlo – per ovvie ragioni temporali – con la navicella da neonato) sia estremamente comodo soprattutto per quando il bambino riesce a stare seduto da solo: non avendo come per il Cameleon la barra davanti che può fare da supporto al bambino (e che Lavinia Giulia adora) credo sia meglio utilizzarlo quando il bambino sta tranquillamente seduto da solo.

Bugaboo Bee⁵ : personalizzazione al massimo

Ma oltre ai vantaggi legati a versatilità e leggerezza, una delle cose che mi fanno impazzire del Bugaboo Bee⁵ è la sua estrema possibilità di customizzazione.

Il Bee⁵ di Bugaboo ha infatti tra le sue caratteristiche la possibilità di personalizzarlo praticamente in ogni aspetto: sono stati aggiunti 15 nuovi colori e nuovi materiali a quelli già disponibili nella gamma Bee, ma si possono personalizzare anche i cerchioni e le impugnature.

Per questo nelle foto potete vedere due delle varianti che vanno a comporre il nostro passeggino: seduta con stampa a farfalle e cappottina estensibile rosa, cerchioni bianchi e impugnatura marrone; cappottina breezy per l’estate nella nuova limited edition creata dall’artista francese Niark1 nel colore verde petrolio, seduta grigia e maniglioni marroni.

A parte abbiamo anche preso i maniglioni neri, ma devo dire che la versione marrone la trovo molto elegante. A completare il nostro Bee⁵ la borsa portaoggetti che può essere applicata grazie ai velcri ad ogni passeggino Buagboo, e infatti noi trasferiamo agevolmente da un passeggino all’altro.

Io trovo che avere la possibilità di abbinare i colori del passeggino alle stagioni, alle occasioni, ai colori del momento sia una chicca davvero unica!

Se cercate tutte le informazioni tecniche, o avete bisogno di un consiglio non esitate a scrivermi o a consultare il sito di Bugaboo o la loro pagina Facebook.

Inoltre vi suggerisco di tenere monitorati i miei canali social (Instagram in particolare) perché ci sarà una sorpresa PAZZESCA!

Mi trovi su Instagram —> https://www.instagram.com/elenaschiavon/

Facebook —> https://www.facebook.com/magazineimpulse/

Twitter —> https://twitter.com/elenaschiavon

0