928 Views |  Like

Ho un colloquio di lavoro: che cosa mi metto?

Ci siamo, dopo mille e-mail inviate e curricula distribuiti qua e là, finalmente è arrivato il momento fatidico: il colloquio di lavoro. Noto anche come uno dei giorni più ansiogeni di sempre, oltre alla preparazione mentale  richiede anche quella da dedicare all’outfit giusto. La scelta del look da colloquio di lavoro deve essere infatti ben pensata e bilanciata, destinata a far colpo su noi stesse ancor prima che a chi ci seguirà durante tutto il colloquio. La prima risposta alla domanda: ‘e ora che cosa mi metto?’, infatti, deve sempre essere ‘qualcosa che mi faccia stare bene e sentire a mio agio’, e che possa conseguentemente farvi sentire anche confidenti e al massimo delle vostre capacità. Per tutti gli accorgimenti e linee guida da seguire, invece, ci siamo qua noi 🙂

Che cosa indossare a un colloquio di lavoro: i classici

Che sia colorato da tonalità pastello come vuole il trend più recente, o che sia più vicino al tradizionale blue navy o al nero, un semplice completo coordinato vi salverà sempre in più di un’occasione. Complici le nuove linee più moderne e fresche, indossare un tailleur oggi non significa necessariamente sfoggiare una giacca doppiopetto con baschine laterali e una gonna a sigaretta che arriva fin sotto alle ginocchia: fra giacche a kimono senza collo, pantaloni a culottes e blouse girocollo monocromo, infatti, la scelta che si presenta ai vostri occhi è decisamente più ampia e adatta a davvero ogni gusto.  Da considerare come un vero e proprio investimento per il futuro (andrà bene in più di un’occasione), un completo  è decisamente la scelta adatta per chi vuole rimanere sul classico senza rinunciare al proprio stile personale.

Un altro classico intramontabile è il wrap-dress, qui visto nella sua accezione più bon ton e meno anni Settanta. Il vestito ‘intrecciato’ ideale per i colloqui di lavoro è infatti meno scollato e dalle fantasie più monocromo, con maniche preferibilmente lunghe o a tre quarti. Se questa tipologia di abito non è nelle vostre corde ma vorreste comunque rimanere sul classico, consigliamo allora di optare per un abito midi con l’intrecciatura a drappeggio sulla gonna, che diventa quindi a portafoglio, e uno scollo classico à la Sabrina. Questa combinazione di linee è perfetta anche se scomposta, quindi con camicetta o maglietta staccata dalla gonna.

Che cosa indossare quando i classici non ci soddisfano abbastanza

Chi dice però che per un colloquio di lavoro sia perentorio un completo o un vestitino midi? Se si mantengono le colorazioni monocromo e le linee pulite e sofisticatte, infatti, anche una tuta jumpsuit in chiffon, seta o cotone, unita da un paio di scarpe con tacco non troppo alto o anche ballerine, potrà sicuramente dare un tocco di sicurezza ed eleganza in più. Ugualmente moderno ma decisamente più urban-chic, invece, sarà l’abbinamento dato da jeans (sia mom che skinny, basta non siano shredded), camicia, giacca e décolleté, perfetto soprattutto se il colloquio di lavoro si divide in più di una seduta durante il giorno.
Se invece volete optare per un completo classico, dalle tonalità sia scure che pastello, ma non volete rinunciare a un tocco sottilmente eccentrico, vi consigliamo di puntare su una camicia classica ma con fantasie a ripetizione, quasi stile pois, ironiche e dal tratto leggero, ancora meglio se richiamano la mansione richiesta o l’abilità creativa sulla quale vi sentite più pronte e ferrate.

In ultimo, vi consigliamo di applicare la regola del ‘less is more’ soprattutto per quanto riguarda gli accessori: tenete l’attenzione alta sull’outfit e soprattutto sulle vostre abilità e capacità, dopotutto saranno proprio queste le sole protagoniste della giornata.

0