2321 Views |  Like

Chi è la fashion blogger più famosa al mondo?

Inizio anno, tempo di bilanci, report e analisi anche nel mondo del fashion blogging. Come sempre ci si interroga (ormai più per tradizione che per reale necessità) su quali siano le/i fashion blogger più importanti e famose al mondo e il sito DMarie risponde ancora una volta a questa curiosità.

Se l’anno scorso aveva fatto scalpore la notizia che riguardava il fatturato milionario della fashion blogger più famosa al mondo (leggi QUI la notizia), scoprire oggi che la fashion blogger più importante al mondo (in inglese la definizione più corretta è “valuable” che in italiano significa sì importante, ma anche “preziosa” in senso economico) è Chiara Ferragni non credo sconvolga più di tanto gli animi degli addetti ai lavori.

I criteri attraverso cui il sito DMarie (società che si occupa di misurare, gestire e monetizzare il proprio portafoglio di social media) asserisce che è la fashion blogger italiana trapiantata a Los Angeles la più importante al mondo tiene in considerazione un mix di fattori, come il seguito sui social media (Ferragni conta solamente su Instagrma oltre 5 milioni di followers, poco meno di Obama per intenderci),  la percentuale di conversione alle vendite generate dai suoi canali/lavori (per i non addetti ai lavori: quanto venduto riesce a generare attraverso i suoi canali, progetti, attività), il tasso di click-through e la capacità di creare engagement (attrarre, coinvolgere chi la segue, cosa che poi genera per i brand con cui lavora notorietà o vendite).

Ma la “profittabilità” e la fama della Ferragni derivano principalmente dalla sua capacità di aver saputo creare attorno al suo nome un vero e proprio brand e diventare lei stessa un prodotto, tanto da essere designer di una linea di scarpe che porta il suo nome e di lavorare come modella per l’agenzia di modelle Next Model Management, capitalizzando ed espandendo il suo “potere” social.

Tra i fashion blogger più famosi al mondo sono anche inseriti Jules Sariñana (Sincerely, Jules), Nicole Warne (Gary Pepper Girl), Bryan Boy che vengono inseriti dalla società nella categoria “blogger”. Questi sono nomi che naturalmente hanno una presa a livello internazionale, mentre direi che una considerazione a parte va fatta, ad esempio, per il mercato nazionale.

Voi cosa ne pensate? Siete tra quelli che generalizzando pensano che quello del fashion blogging non sia un lavoro o pensate che va riconosciuta la capacità di chi lavora in questo settore di essersi creati un lavoro da zero?

0