Come rinforzare le unghie rovinate dal gel

- - Beauty

Una delle domande più frequenti per chi ama prendersi cura delle proprie unghie è: come rinforzare le unghie dopo il gel?

La prima cosa che va detta a beneficio di chi tratta unghie e manicure in modo professionale, è che le unghie non dovrebbero subire danni o essere danneggiate né dopo aver fatto il gel né dopo averlo rimosso.

Anzi, se fatto e rimosso correttamente, il gel dovrebbe addirittura rinforzare le unghie!

Ma purtroppo la teoria si rivela a volte molto lontana dalla realtà e può capitare che dopo aver rimosso il gel ci si ritrovi con unghie sottili, fragili e che si spezzano con molta facilità.

Vediamo dunque che cosa fare se le vostre unghie sono state danneggiate da una manicure in gel o dalle nail tips: qui troverete 10 consigli per rinforzarle.

E gli stessi valgono anche se le vostre unghie sono in buona forma, perché vi aiuteranno a mantenerle forti e dall’aspetto sano!

#1 Rimuovete correttamente il gel

MYLEE
Acetone per manicure gel
su Amazon

Un consiglio che può sembrare banale ma sappiamo bene tutte che non lo è, è quello di rimuovere correttamente il gel; questo significa farla rimuovere da chi ce l’ha fatta seguendo le indicazioni e utilizzando i prodotti adatti.

La rimozione errata del gel unghie è la prima causa del danneggiamento delle unghie: non serve dunque lamentarsi se il gel viene tirato, strappato, grattato o rimosso in modo inadeguato. Nel caso voleste rimuovere correttamente da sole la manicure gel, questi sono gli step da seguire.

  1. Usate la lima buffer per rimuovere lo strato superficiale di gel, senza limare troppo, altrimenti si rischia di arrivare all’unghia e rovinarla.
  2. Immergete le unghie nell’acetone o, ancora meglio, avvolgetele in batuffoli di cotone imbevuti di acetone (specifico per gel) e poi carta stagnola.
  3. Dopo circa 12-15 minuti, togliete la carta stagnola; il gel si sarà sollevato e avrà un aspetto di plastica morbida; rimuovetelo con delicatezza con uno spingi cuticole, senza grattare l’unghia.
  4. Lucidate delicatamente ogni residuo utilizzando la lima buffer. Questo eliminerà la colla o lo smalto gel senza troppa pressione o traumi alle unghie.
  5. Applicate un rinforzante per unghie.

#2 Fate una pausa dalla manicure con gel

La manicure in gel, se eseguita correttamente, non dovrebbe essere dannosa per le unghie. Tuttavia, se le unghie sono già fragili o danneggiate, sarebbe meglio conceder loro qualche settimana senza fare alcun tipo di manicure, gel, ricostruzione o extension.

Limare la lamina ungueale è parte fondamentale della manicure con gel, ma se le unghie non sono forti e sane fin dall’inizio, rischia di renderle fragili e indebolirle.

Per questo motivo, prendete una pausa di alcune settimane dal gel per far crescere le unghie e rinforzarle, prima di sottoporle nuovamente a questo stress.

#3 Idratate le mani e le unghie

KIEHL’S
Crema mani idratante
da Sephora

Uno degli step fondamentali per avere unghie sane e forti, pronte per qualsiasi tipo di manicure, è lavorare sul rafforzamento di unghie, cuticole e letto ungueale con prodotti adeguati.

Qualsiasi crema per le mani dalla texture densa sarà adatta a nutrire e idratare la pelle intorno alle unghie; un olio o una crema per cuticole, invece, penetrerà effettivamente attraverso la lamina ungueale per rendere le unghie più forti.

Sephora
Olio nutriente per cuticole
da Sephora

Molti credono che l’unico olio che può penetrare bene attraverso la lamina ungueale sia l’olio di jojoba. Poiché non vi è ancora alcuna evidenza che lo confermi, si possono tranquillamente utilizzare diversi olii per cuticole. Alcune notano risultati migliori con oli più densi come l’olio di cocco, altre preferiscono olii più secchi come l’olio di lino: è una scelta molto personale.

Il motivo per cui gli olii sono così utili per le unghie è che una volta che penetrano attraverso la lamina ungueale, migliorano la flessibilità delle unghie, fatto che le rende più resistenti alla rottura. Inoltre impediscono all’acqua di penetrare nell’unghia e renderla di conseguenza più fragile.

#4 Attenzione all’acqua

Questo non è un invito a non lavarsi le mani, anzi! Ma un invito, ad esempio, a utilizzare i guanti quando si fanno lavori prolungati a contatto con l’acqua.

Le nostre unghie infatti, non sono di plastica, e assorbono facilmente l’acqua, più facilmente di quanto possano assorbire gli oli e gli idratanti che applichiamo.

Una esposizione prolungata all’acqua le può danneggiare: quando sono piene d’acqua, le unghie si espandono e poi, quando l’acqua evapora, si contraggono di nuovo. Questo indebolisce i legami tra le cellule che compongono le unghie, facendole rompere o spezzare più facilmente.

Cercate semplicemente di evitare di lasciare le unghie immerse nell’acqua troppo a lungo, anche quando fate il bagno o andate in piscina o al mare.

In questo caso i guanti, oli e rinforzanti per unghie possono aiutare.

#5 Usate un rinforzante per le unghie

Un rinforzante per unghie è di solito un prodotto trasparente o semitrasparente, simile allo smalto, che aiuta a creare uno strato protettivo sopra l’unghia mentre la infonde con alcuni ingredienti fortificanti.

Anche se non si fa alcun tipo di manicure, usare un rinforzante aiuta le unghie a proteggersi dai danni dell’acqua o dei prodotti chimici aggressivi, perché crea un vero e proprio sigillo che impedisce loro di rompersi.

Questo può essere particolarmente utile se la fase di lucidatura della manicure in gel ha reso le unghie un po’ troppo sottili e fragili. Un buon rinforzante unghie per essere efficace deve essere privo di formaldeide e realizzato con nitrocellulosa e proteine ​​vegetali.

#6 Via libera agli smalti rinforzanti/fortificanti

DIOR
Smalto effetto gel colore Tutu
da Sephora

Prendersi una pausa dallo smalto è spesso una buona idea quando le unghie si stanno riprendendo, ma alcune proprio non ce la fanno.

Chi non vuoi rinunciare del tutto a quel tocco glam dato dalla manicure e non vuoi rinunciare a provare le ultime tendenze nel mondo unghie, può scegliere – nel momento di pausa dalla manicure gel – uno smalto classico arricchito da ingredienti rinforzanti per le unghie.

#7 Usate un solvente senza acetone

CHANEL
Solvente smalto senza acetone
da Sephora

Quando si tratta di rimuovere il gel unghie, la prima cosa a cui si pensa è naturalmente l’acetone. Si tratta di un prodotto comunque aggressivo, per cui cercate di usarlo il meno possibile e solo per il gel.

Per rimuovere il normale smalto per unghie meglio utilizzare un solvente delicato e privo di acetone.

#8 Indossate i guanti

Indossare regolarmente i guanti è una delle cose migliori che potete fare per proteggere le unghie fragili. Ci sono un sacco di cose che possono danneggiare le unghie, come l’esposizione prolungata all’acqua, sostanze chimiche aggressive oltre al normale impatto fisico derivante dal lavorare con le mani.

Ecco perché, in ogni situazione che lo richieda, sarebbe opportuno indossare un paio di guanti appropriato. I guanti di gomma riutilizzabili proteggono le mani quando si pulisce o si lavano i piatti, i guanti da lavoro riparano le mani durante i lavori manuali o giardinaggio e i guanti usa e getta sono essenziali se si lavora in un salone o in un ambiente sanitario.

#9 Bevete più acqua

L’acqua è un vero toccasana, soprattutto perché molti di noi si disidratano un po’ senza accorgersene.

Uno scarso consumo di acqua può essere uno dei motivi per cui le unghie si danneggiano (oltre che la pelle e tutto il resto).

#10 Programma le manicure

Se le vostre unghie sono risultate danneggiate dalle manicure gel, cambiate salone dopo aver fatto presente la cosa, ed esponete chiaramente le vostre criticità e dubbi.

Un vero professionista saprà consigliarvi se le vostre unghie possono sopportare certi trattamenti, per non rischiare di creare danni ancora più gravi.

*Questo articolo può contenere link di affiliazione

Chiedi ad Elena - No comments yet Lascia e leggi i commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.